Breve definizione e cenni storici

Il nome del movimento battista deriva dalla pratica neotestamentaria di battezzare coloro che hanno fatto una personale confessione di fede nel Signore Gesù Cristo.
I Battisti, insieme ai mennoniti e ad altri anabattisti fanno parte di un movimento spirituale per il rinnovamento e separazione tra Stato e Chiesa, il battesimo ai credenti e un impegno consapevole alla fede personale ìn Cristo.

Le prime chiese battiste sono sorte nel secolo XVII, all’interno della riforma protestante di tipo calvinista, raccogliendo l’eredità ideale degli anabattisti del secolo XVI.
A differenza di altre chiese protestanti, i battisti non si raccolsero intorno all’opera di eminenti teologi, furono piuttosto un movimento popolare formato da chiese di laici che si confrontano direttamente con la bibbia, maturano un impegno civile che si esprime nelle rivoluzioni inglese e nord-americana, nelle lotte per la libertà religiosa e per la separazione tra Stato e Chiesa. Oggi i Battisti nel mondo sono circa 40 milioni con una popolazione complessiva di circa 100 milioni di persone. Sono fortemente presenti negli USA, in Brasile, in India e in Gran Bretagna.