Cenni storici

La Chiesa di Svezia esiste fin dal nono secolo, quando il paese era diviso in vari staterelli, ed ha giocato un ruolo importante nella creazione del regno. Anche in seguito ha continuato a significare moltissimo per la Svezia.
Intorno all’anno Mille fu battezzato il primo re svedese.
Birgitta – in seguito proclamata santa – fondò nel 1300 un ordine religioso che fu riconosciuto dal papa Urbano V.
Nel 1530 ad Augsburg la Chiesa di Svezia abbandonò il cattolicesimo ed abbracciò il luteranesimo, che fu affermato e riconosciuto al Concilio di Uppsala nel 1593.
Fino al 1° gennaio 2000 l’attività della Chiesa di Svezia è stata regolata dalla Legge ecclesiastica (approvata nel 1992). La Chiesa di Svezia è ora una comunità religiosa separata ed indipendente dallo Stato svedese. Le mutate relazioni verso lo stato svedese si manifestano fra l’altro nel fatto che la Chiesa di Svezia non è più governata dalla Legge ecclesiastica approvata dal Parlamento svedese, ma regolata dell’Ordinamento ecclesiastico, approvato dal Sinodo della Chiesa di Svezia.