CENNI STORICI

La cristianizzazione del popolo serbo si è svolta in diversi stadi: 

    • il primo: nei tempi dell’Imperatore Eracleo (610 – 640)
    • il secondo: operato grazie ai fratelli Santi Cirillo e Metodio, maestri degli slavi (IX secolo)
    • il terzo: l’ultimo e completo fatto da San Sava, primo arcivescovo della Chiesa Serbo-Ortodossa (1219)

La Chiesa Serbo-Ortodossa ha ottenuto l’indipendenza dall’Arcivescovo di Ohrid nel 1219 grazie al Patriarca Ecumenico Manuele Saranthenos, che risiedeva a Nicea, che ha consacrato e nominato Sava Nemanjic come primo Arcivescovo serbo. 

Nel 1346 la Chiesa Serbo-Ortodossa  fu innalzata al rango e dignità di Patriarcato.

Nel 1766 il Patriarcato serbo fu abolito dal Patriarca di Costantinopoli sotto le pressioni del sultano ottomano.

Nel 1920 la Chiesa Serbo-Ortodossa viene di nuovo unita (rinnovamento del Patriarcato) sotto il Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, chiamato in seguito Regno di Jugoslavija.

FONDAMENTI DI FEDE

    • Dio – Trinità (Padre, Figlio e Spirito Santo) e Dio-Amore, creatore del mondo e dell’uomo, rivelato pienamente in Cristo, Dio-Uomo (Theantropos) e Salvatore degli uomini, fondatore della Sua Chiesa – una, santa, cattolica ed apostolica, detta Regno di Dio – corpo di Cristo
    • Fonti della fede: sacre scritture e sacra tradizione
    • 7 concili ecumenici

LITURGIA

L’eucaristia – Divina Liturgia: liturgia di S. Giovanni Crisostromo è la più frequentemente celebrata; liturgia di S. Basilio il Grande, celebrata dieci volte all’anno; liturgia S. Giacomo Apostolo, celebrata una volta all’anno; liturgia dei Presantificati, celebrata durante la Quaresima; 

    • Le celebrazioni quotidiane: il mattutino, i vespri
    • Celebrazioni speciali e benedizioni (Akatistos, moleben), benedizioni delle Chiese, case ecc.
    • 5 sacramenti in senso stretto che sono strettamente collegati con l’Eucaristia 

Festività principali: la Pasqua (festa delle feste), il Natale (7 gennaio secondo il calendario giuliano), la Pentecoste, l’Ascensione di N. S., la Trasfigurazione del Signore, l’Annunciazione, la Dormizione della Vergine, la Natività della Vergine, la Presentazione della Vergine al Tempio, l’Esaltazione della S. Croce, la Teofania del Signore (19 gennaio secondo il calendario giuliano), la Presentazione del Signore.

Feste particolari del calendario serbo: 27 gennaio S. Sava, primo Arcivescovo ed evangelizzatore del popolo serbo, 12 maggio S. Basilio di Ostrog, 28 giugno giorno del Vidovdan (S. Vito) commemorazione della battaglia di Kosovo Polje (Piana dei Merli).

Festa della Parrocchia di Milano: 7 ottobre, S. Stefano Primo Incoronato 

 

STRUTTURA 

La Chiesa Serbo-Ortodossa è organizzata sul sistema episcopale. E’ governata dal Santo Sinodo (Conferenza episcopale) con a capo del Patriarca, Presidente e Rappresentante ufficiale della Chiesa.

Organi della Chiesa

Il S. Sinodo è la più alta istanza (organo gerarchico e giuridico della Chiesa Serbo-Ortodossa) che ha il potere effettivo ed esecutivo riguardo la fede, il culto, la disciplina e l’organizzazione interna della Chiesa Serbo-Ortodossa. 

I più importanti organi della Chiesa Serbo-Ortodossa sono: 

  • Patriarca
  • S. Sinodo (organo direttivo ed esecutivo, composto dal Patriarca e 4 Vescovi)
  • Tribunale Ecclesiastico Supremo della Chiesa Serbo-Ortodossa
  • Consiglio Patriarcale – organo amministrativo
  • Vescovo
  • Tribunale Ecclesiastico Diocesano
  • Consiglio diocesano
  • Decanato
  • Parroco
  • Consiglio della Comunità 
  • Confraternite monasteriali

ATTIVITA’

 – Celebrazione dell’Eucaristia – Divina Liturgia (una volta al mese circa e nelle grandi feste) 

 – Somministrazione dei sacramenti 

         Benedizione delle case dei parrocchiani.

La comunità di Milano, fondata ufficialmente nel 1998 e che rappresenta il  punto di riferimento per tutti i fedeli serbo ortodossi risiedenti nel nord ovest italiano, fa parte della Chiesa Ortodossa Serba- Diocesi di Austria, Svizzera, Italia e Malta, con sede vescovile a Vienna (Austria) e con a capo Sua Eccellenza Monsignor Andrej, Vescovo di Austria e Svizzera.